I Campi del Pelennor (area esibizioni)

Non è un segreto che nei libri di Tolkien si vedano molte spade comparire e quasi tutte queste lame portano un nome, quasi fossero anch’esse delle persone che scendono in battaglia accanto agli eroi.

L’area esibizioni di Sentieri Tolkieniani prende per questo motivo il nome I Campi del Pelennor, poichè al suo interno potrete assistere alle esibizioni di meravigliosi e selezionati gruppi storici, nonché di danzatrici e falconieri.

Durante questa ottava esibizione potrete assistere alle esibizioni di:

 

Pobal Ap Vaud

 

Il Pobal ap Vaud è il gruppo storico dell’Associazione Camelot, che si occupa della gestione del Parco Tematico di AXA BRIGA, nel comune di Settimo Rottaro (TO), nel quale intende ricreare la vita di un villaggio dell’età del ferro, in particolare del popolo dei celti della zona canavesana. La rievocazione storica è alla base dell’attività del parco e del Pobal ap Vaud.

In occasione di feste celtiche e rievocazioni storiche il gruppo propone le seguenti attività:

Stage di archeologia sperimentale:  Lavorazione della lana, filatura, tintura naturale e tessitura, Accensione del fuoco in campo con metodi antichi, Preparazione di cibi con metodi e ricette storicamente corrette, Creazione di fibule, Incisione del legno, Lavorazione a sbalzo dei metalli, Creazione del sapone celtico – “SAPO”

Stage ludo-didattici: Stage di tiro con l’arco per i bambini (con archi didattici e punte di freccia “blunt”), Stage di spada per i bambini (con spade didattiche imbottite), Stage di feltro per grandi e piccoli

La via del guerriero (adulti): Stage di spada, Stage di tiro con l’arco, Stage di tiro dell’ascia

 

 

Il Cerchio di Ferro

 

La Compagnia d’arme “Il Cerchio di Ferro” nasce da un gruppo di amici accomunate dalla passione per il Medioevo e la Scherma Antica in particolare. Lo scopo che ci prefiggiamo è quello di far rivivere quella che può essere considerata a pieno titolo un’arte marziale occidentale, attraverso lo studio dei trattati dell’epoca, come “Il Fior di Battaglia” di Fiore dei Liberi.

Per noi il cerchio e la scherma sono una filosofia, teniamo all’equilibrio e all’armonia al nostro interno. La nostra condotta morale è regolata dal codice di fratellanza. I soci fondatori hanno contribuito alla sua creazione e chiunque si avvicini e voglia unirsi al Cerchio deve rispettarlo e condividerlo.

Estremamente importante è per noi il lavoro in palestra, attraverso il quale sperimentiamo le tecniche, integrando quelle efficaci e scartando quelle scarsamente applicabili.

Tutto ciò che viene da noi studiato viene riproposto pubblicamente durante le rivocazioni e le manifestazioni storiche alla quale la nostra compagnia volentieri partecipa con materiali e vestiari a tema.