Lenny Henry: un artista poliedrico per la Terra di Mezzo

Tra i vari attori che Amazon ha scelto per il cast della serie che racconterà la Seconda Era della Terra di Mezzo, uno dei volti meno noti al pubblico generalista, ma più conosciuto da quelli che frequentano il mondo del teatro e della televisione inglese,  è certamente Lenny Henry, attore afroamericano di nazionalità inglese, classe 1958, che in patria è noto principalmente come attore comico o conduttore di programmi per famiglie: è infatti l’ideatore e il conduttore di The Lenny Henry Show, che è andato in onda dal 1984 al 2005, ed è stato il presentatore della prima stagione di The Magicians, uno show televisivo di BBC One, in onda dal 2011 al 2012, che si occupa, appunto, di illusionisti e “maghi”; ma , come tanti attori britannici, Henry è un artista davvero poliedrico, che spazia dal comico al drammatico, sia in tv, che al cinema e al teatro, fino ad arrivare alla lettura di audiolibri oppure alla conduzione di programmi musicali.

Vediamo ora le sue performance più importanti: 

  • A livello drammatico, spicca indubbiamente la sua partecipazione , nel 2017, alla terza stagione di Broadchurch, il drama poliziesco pluripremiato con David Tennant
  • Sempre per la tv britannica, assolutamente di livello è la sua interpretazione del villain Daniel Barton in una delle ultime stagioni di Doctor Who, nel 2020, all’interno dell’episodio Spyfall
  • Un ruolo al cinema che pochi ricordano è quello del “teschio parlante” all’interno del bus Nottetempo, in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban, al quale ha prestato la voce, nel 2004
  • A teatro, resta famosa la sua interpretazione di Otello, nell’omonima tragedia di Shakespeare, nell’anno 2009
  • Ha prestato la propria voce per leggere l’audiolibro di Anansi Boys, uno dei romanzi di Neil Gaiman, nel 2005
  • Nel 2015, assieme a un gruppo di musicisti blues, ha condotto un programma per Sky Arts, Lenny Henry’s got the Blues, nel quale assieme alla band esegue una serie di Classici del Blues, oltre a pezzi composti da lui

Insomma, come potere vedere, un artista a tutto tondo, che è stato pure insignito, per i suo meriti artistici, nel 1999, del  Commander of the Order of the British Empire , e si è così potuto pure fregiare del titolo di “Sir”!

Quale identità tolkieniana per Lenny Henry?

In un tweet del 5 Febbraio scorso,il maggior sito fan legato alla Terra di Mezzo, The Onering.net, ipotizza, a livello di semplice rumor, che Lenny Henry possa interpretare un signore dei Blacklock, una delle Sette Case dei Nani, quella che viveva all’Est della Terra di Mezzo, nelle zone di Rhun, infestate dalla genti legate a Sauron. Apprendiamo dell’esistenza di questa stirpe Nanica grazie al capitolo “Of Dwarwes and Men”, che si trova all’interno del dodicesimo volume della History of Middle Earth, “The Peoples of Middle Earth”. Si sa poco di questa stirpe di Nani, l’unica cosa certa è che nella Terza Era, a causa del ritorno di Sauron all’Est, emigrarono ad Ovest, e questi Nani vennero certamente incontrati da Frodo Baggins durante le sue passeggiate tra i confini della Contea.

Insomma , una stirpe di cui s sa poco, ma che sarà interessante veder esplorata, dato che risiede in luoghi abbastanza pericolosi, ed Henry ha sicuramente il “fisico” per interpretare il ruolo di un signore dei Nani che deve barcamenarsi in una situazione ostica, stretto tra il non cedere all’Ombra e la sopravvivenza quotidiana. Per ora è solo un rumour, ma  vedremo: e credo che, nel caso questa voce trovi conferme, le polemiche- temo inevitabili- che sorgeranno su una presunta “non realtà” di Nani “africani”, non avranno ragion d’essere, perchè Rhun corrisponde abbastanza al “nostro” Nordafrica, ed è chiaro che una stirpe di Nani non caucasica possa essere assolutamente credibile.

Però, a mio avviso, potrebbe esserci un’altra ipotesi, relativa ad Henry: non dimentichiamo che è anche uno straordinario doppiatore di personaggi magici o animati, quindi la possibilità che dia voce a qualche personaggio “non umanoide” non è da scartare. Nella Seconda Era della Terra di Mezzo, per esempio, le foreste vennero travolte dalla guerra tra Sauron e gli Uomini di Nùmenor, come ci rivela Barbalbero nel Signore degli Anelli,  e chissà che non si possa rivedere il vecchio Ent, in quei drammatici frangenti… in quel caso, credo che Lenny Henry potrebbe dargli voce in maniera brillante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: