Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere – Analisi di un teaser a lungo atteso

Abbiamo atteso questo momento per tanto, troppo tempo, illudendoci che prima o poi qualcosa sarebbe uscito fuori dai cilindri di Amazon; trepidanti e speranzosi come chi ha bisogno di tornare a casa dopo un lungo e faticoso viaggio ai confini del mondo. La fantomatica LotrOnPrime si sveste dei suoi misteriosi abiti e ci rivela finalmente il suo volto, accompagnata da un teaser trailer di gran classe e dal forte valore nostalgico.

 

Three Rings for the Elven Lords under the Sky

Seven for the Dwarf Lords in their halls of Stone

Nine for Mortal Men doomed to die

One for the Dark Lord on his dark throne

In the Land of Mordor where the Shadows lie

 

Il primo teaser trailer di The Lord of The RingsRings of Power si presenta come una vera e propria forgiatura del titolo, in cui seguiamo, grazie al processo catturato in Slow Motion, lo scorrere del metallo fuso sul legno intagliato. Ciò che viene mostrato, infatti, non è un qualcosa di legato alla CGI, bensì un lavoro pratico e artigianale svolto nella fonderia di un fabbro. Una scelta che fortifica la sensazione di ricercatezza che gli Studios hanno voluto imprimere nel trailer, in cui si percepisce fortemente la voglia di proporre un lavoro certosino e attento ai dettagli. Importante specificare che la forgiatura del titolo è stata realizzata per tutte le lingue che doppieranno la serie, senza escludere, ovviamente, l’elfico.

 

 

Dopo aver analizzato la parte grafica, ci concentriamo sul comparto sonoro/recitativo. Il tema musicale inserito nel trailer si avvicina drasticamente alle composizioni di Howard Shore, storico compositore delle trilogie cinematografiche jacskoniane. Non mancano degli accenni di modernità in alcune sezioni della traccia, rappresentati principalmente dal ritmo rapido e costante degli archi. I cori sprizzano vibes di nostalgia da tutte le note, e il crescendo finale è un’ennesima strizzata d’occhio al fan delle trasposizioni cinematografiche. Secondo i rumors degli ultimi mesi, ad occuparsi del comparto sonoro della serie sarà ancora Howard Shore, affiancato da un vero astro del panorama musicale: Bear McCreary, che nel corso della sua carriera ha lavorato per opere come The Walking Dead, Black Sails, Outlander, Assassin’s Creed Syndicate, God of War, League of Legends, Call of Duty: Vanguard.

Oltre alla musica, vi è anche una fondamentale parte recitata all’interno del trailer. Si tratta del poema iniziale di Lord of The Rings, interpretato da una giovane e profonda voce femminile. Anche questa scelta è una palese citazione ai lavori di Peter Jackson, visto che ricorda fortemente l’introduzione de Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello, in cui Galadriel racconta il destino degli anelli del potere. Anche in questo caso Amazon ha fatto centro, visto che il timbro, l’enfasi e l’intensità vocale della donna in questione sono praticamente perfetti ed in linea con la Terra di Mezzo che conosciamo.

 

“Immaginiamo che questo titolo potrebbe essere sul dorso di un libro accanto agli altri classici di J.R.R. Tolkien. Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere unisce tutte le storie principali della Seconda Era della Terra di Mezzo: la forgiatura degli anelli, l’ascesa di Sauron l’Oscuro Signore, l’epica storia di Númenor e l’Ultima Alleanza tra gli Elfi e gli Uomini. Sino ad oggi, gli spettatori hanno visto sullo schermo solamente la storia dell’Unico Anello – ma prima che ce ne fosse uno, ce n’erano molti… e siamo entusiasti di condividere la loro epica storia”.

 

In ultima analisi, è doveroso parlare del titolo e delle parole degli sceneggiatori riguardo agli eventi della serie. “The Rings of Power” non è infatti un nome scelto a caso, ma una citazione all’ultima sezione del Silmarillion, che vede come protagonisti proprio gli anelli del potere e le vicende legate ad essi. Come dichiarato dagli showrunners J.D Payne e Patrick McKay, la trama della serie ruoterà attorno ai più grandi eventi presenti nella Seconda Era, dalla grandiosa storia di Numenor alla forgiatura degli anelli e l’ascesa di Sauron, fino all’ultima alleanza fra Elfi e Uomini. 

Amazon si è destata definitivamente, ed il ritorno della Terra di Mezzo è ormai alle porte. Fra epiche battaglie e personaggi straordinari, torneremo a vivere le atmosfere uniche di Arda, con un entusiasmo che persino i bambini invidierebbero. Nel frattempo, noi vi ringraziamo per aver seguito questa analisi del teaser trailer di The Lord of The Rings – The Rings of Power, e vi diamo appuntamento alle prossime novità riguardanti la serie. 

One thought on “Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere – Analisi di un teaser a lungo atteso

  • Gennaio 26, 2022 in 1:19 pm
    Permalink

    Complimenti per l’articolo Francesco!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.